Filtraggio dell’olio di oliva
Come filtrare l’olio di oliva

Olio Umbro 08 mag 2019

L’olio extra vergine di oliva appena franto presenterà sempre dei sedimenti e delle microparticelle d’acqua, è una cosa normalissima. Un olio non filtrato detiene sicuramente un po più di proprietà salutari grazie ad una maggiore presenza di polifenoli. Il filtraggio rimuove le particelle d’acqua ma elimina anche un piccola parte di polifenoli, una percentuale minima che si aggira attorno ai 5-10%.

Perché filtrare l’olio
Seppur l’olio non filtrato sia da preferire in teoria, con il trascorrere del tempo si rischia di compromettere la qualità del olio. I sedimenti e l’acqua rimasta nell'olio, tendono a fare ossidare l’olio di oliva eliminando cosi i polifenoli ma soprattutto il gusto e la freschezza. L’olio extra vergine di oliva Alfonso Priorelli è filtrato per assicurare al consumatore un olio extra vergine di oliva stabile, fresco e gustoso anche per un medio-lungo periodo di tempo.

Come viene filtrato l’olio
L’olio extra vergine di oliva Alfonso Priorelli viene filtrato grazie ad una pompa, dei filtri e usando la tecnica del travaso. L’olio viene aspirato dalla botte, poi viene filtrato e alla fine viene rimesso in un altra botte di stoccaggio.

Olio extra vergine di oliva Umbria DOP
L’olio extravergine di oliva Alfonso Priorelli viene filtrato e ha una shelf-life di 18 mesi a partire dal giorno dell’imbottigliamento. L’olio viene imbottigliato il giorno del ordine. Non esitate a contattarci per qualsiasi domanda o richiesta.

Vedi anche:

Offerte

Catalogo Alfonso Priorelli

Vuoi Informazioni?

Invia adesso la tua richiesta.

info@frantoiopriorelli.it