Qual’è la normativa sui olii nei ristoranti
Qual’è la violazione più frequente nei ristoranti

Ristoranti e olio 21 ott 2019

Nel 2009 la Coldiretti denunciava a seguito di un’indagine che fece scalpore che ben 4 bottiglie di olio su 5 in vendita in Italia indicavano la provenienza delle olive impiegate con caratteri illeggibili o non l’indicavano per niente.

Già all'epoca, secondo il Regolamento Comunitario in vigore, era obbligatorio indicare la provenienza delle olive frante sull'etichetta della bottiglia o del contenitore.

Pochi anni dopo, nel 2014, a seguito di un’altra indagine sempre condotta dalla Coldiretti è emerso che il 73% dei contenitori di olio extravergine nei ristoranti è fuori legge. Le ragioni erano diverse ma risaltavano innanzitutto due violazioni.

La prima violazione è l’assenza di indicazioni sul contenuto dell’olio sull'etichetta del prodotto. Parliamo sia delle indicazioni sulla provenienza delle olive che le indicazioni sui valori nutrizionali. La seconda è l’assenza del tappo antirabbocco, tappo che impedisce il riempimento della bottiglia.

Il fatto è gravissimo e affligge l’intera filiera oliera, dal produttore fino al consumatore finale.

Al Frantoio Priorelli abbiamo il dovere di fornire ai nostri clienti e ristoratori prodotti a norma di legge. Tutti gli oli extra vergine di oliva della gamma Alfonso Priorelli sono forniti in bottiglie o lattine munite di tappo anti-rabbocco con etichette chiare e distintive.

Per ordinare il nostro olio Alfonso Priorelli basta scegliere il vostro prodotto desiderato nel nostro Catalogo olio extra vergine 100% italiano Alfonso Priorelli, il metodo di pagamento e l’olio extra vergine di oliva vi verrà spedito entro 48/72 ore. La spedizione è gratuita per ogni ordine sopra I 99€. 

Vedi anche:

Offerte

Catalogo Alfonso Priorelli

Vuoi Informazioni?

Invia adesso la tua richiesta.

info@frantoiopriorelli.it